mod_eprivacy

Il villaggio: la vigilia di Natale

Affrontare le situazioni difficili e riuscire a coinvolgere tutti…
è questa la sfida più difficile di un leader!

The village - Progetto Dof ItacaMai prima d’ora si era abbattuta una simile bufera sul Villaggio. Il vento soffiava impetuoso, gelido e pungente, coprendo ogni altro suono in questa notte carica di attesa. Il Capo del Villaggio non riusciva a prendere sonno, nonostante una profonda stanchezza, tormentato dal pensiero degli avvenimenti della giornata appena trascorsa.

All’alba il Guerriero era rientrato dai confini del regno con la più terribile delle notizie: la bufera di neve aveva colpito anche le antiche terre, al di là del fiume sacro, e il Mercante non sarebbe riuscito a rientrare dal suo lungo viaggio portando con sé cibo, spezie, tessuti e doni per la festa del Natale che si sarebbe tenuta l’indomani.

Il Natale era la festa principale del Villaggio, un rito tradizionale di integrazione della comunità, una cerimonia di rinforzo per l’identità e la cultura del Villaggio, un momento di aggregazione atteso con trepidazione da grandi e piccini. Come avrebbero fatto senza cibo, decorazioni e doni?

Il Capo del Villaggio aveva immediatamente convocato lo Sciamano, suo fidato consigliere, e deciso come affrontare la situazione. L’Agricoltore e il Cacciatore, coordinati dal Cuoco del Villaggio, avrebbero fatto il possibile per realizzare il pranzo di Natale con le poche risorse disponibili. Fabbro e Tessitore avrebbero lavorato tutto il giorno per realizzare dei manufatti da utilizzare come doni. Il Guerriero avrebbe aiutato il Costruttore per addobbare in qualche modo la Grande Sala del Palazzo dove si sarebbe tenuta la festa.

Poi era sceso il buio. Ciò che era possibile fare, era stato fatto.

Il Capo del Villaggio non riusciva a prendere sonno, nonostante una profonda stanchezza, tormentato dal pensiero degli avvenimenti della giornata appena trascorsa. Ma a scaldarlo in quella fredda notte, in un angolo dell’anima, risuonavano le parole che al tramonto aveva pronunciato il Custode del fuoco: “Tutti ricorderanno questa festa! L’impegno e il coinvolgimento che ci abbiamo messo per realizzarla vale di più del risultato finale; mai prima d’ora siamo stati così uniti, il valore di comunità ha trovato la sua massima espressione, e tutti noi alla fine avremo imparato che con poco si può fare tanto!”.

Francesca Chiara

Della serie “I racconti del villaggio” l