mod_eprivacy

Dal team on site al team on line passando dal teamcoaching

Cos'è il Teamcoaching?
Come può contribuire alla crescita di un team?

FotoArticolo TeamcoachingNelle ultime settimane, molti lavoratori sono stati catapultati nel mondo del lavoro virtuale a tempo pieno portando le aziende a ri-organizzare il proprio modo di lavorare, di collaborare e lavorare in team. Questo momento non è un ‘blip’, alla fine di questo periodo di discontinuità non si tornerà indietro allo status quo che abbiamo lasciato.

Le organizzazioni di ogni tipo per riuscire ad orchestrare e coordinare compiti ad elevata complessità, continueranno a contare e sempre più, sulla capacità di collaborazione e integrazione di diversi team di lavoro, di processo, di progetto, seppur incontrandosi, sempre di più, all’interno di uno spazio virtuale.

Se la squadra ha già avuto modo di compattarsi su mission e valori comuni, possiede capacità di mettere a fuoco gli obiettivi e ha messo a punto un ‘proprio’ metodo di lavoro, allora le performance espresse avranno un impatto positivo sull’output anche lavorando in modalità on-line.

Qualora il team sia di nuova formazione oppure fino ad oggi non abbia potuto miscelare gli ingredienti per un suo funzionamento ottimale, all’interno dello spazio virtuale saranno messi alla prova i processi di fiducia, comunicazione e allineamento, che anziché fungere da acceleratori delle performance diventeranno delle zavorre producendo un rallentamento sui processi decisionali e la messa a punto di action plan sostenibili.

Cosa può significare oggi per la vostra azienda avere dei team di lavoro che funzionano?

Quali potrebbero essere i diversi effetti sui progetti e processi di lavoro in carico a team dotati di un sistema di lavoro che li porti esprimersi al massimo del loro potenziale?

In che modo il leader del team può supportare al meglio la sua squadra favorendo innovazione, cambiamento, responsabilità e motivazione?

Attraverso un percorso di Teamcoaching si accompagna velocemente e in modo molto pratico, on-the-job, un gruppo di lavoro trovare la sua ‘sintonizzazione’, perché ogni team, sulla base di chi lo popola, è diverso e genera dinamiche proprie, difficilmente assecondabili ad un modello ‘precostituito’ di funzionamento.

Parafrasando Edgar Morin, “l’ordine di un sistema è costituito dall’organizzazione che sistema in un tutto elementi eterogenei” così l’output di un percorso di Teamcoaching si traduce nel far sì che ogni team impari autonomamente:

  • a percepirsi e ad osservarsi come un sistema,
  • a costruire e affinare il proprio assetto di gioco a seconda della partita che si appresta a giocare;
  • ad integrare nella sua vita, ciò che accade al suo interno e al suo esterno,
  • valutare e riconoscere in modo onesto le proprie forze e ciò che va potenziato
  • a mettere a fuoco e portare avanti piani di azione sostenibili
  • sviluppi senso di responsabilità verso i risultati prodotti.

Mai come oggi costruire futuri diversi richiede il coraggio di azioni diverse e i diversi team possono allora diventare uno spazio di possibilità nel quale ordine e caos, armonia e conflitto, competenza e ambiguità, innovazione e tradizione, creatività e rigore, differenza e omogeneità smettono di negarsi e combattersi a vicenda generando un’alchimia dall’effetto potente.

Mascia Alberti

300GRAMMI